Assicurazioni auto storiche

Articolo sponsorizzato



La bellezza ed il fascino di una quattroruote d’epoca è intramontabile: vederle sfilare durante i raduni o ammirare i modelli che hanno fatto la storia dell’auto in musei ed esposizioni è sempre una grande soddisfazione e gioia per gli amanti dei motori. Gli appassionati di auto storiche e i collezionisti più attenti conoscono già le modalità di utilizzo su strada dei veicoli d’epoca, ma per chi si avvicina solo ora a questo magico mondo è bene dare qualche indicazione, in particolar modo sulle polizze e le agevolazioni riservate alle assicurazioni per auto storiche.

Le compagnie propongono per questa categoria di
veicoli soluzioni personalizzate a condizioni vantaggiose rispetto alle classiche polizze auto disponibili sul mercato. Infatti i costi delle assicurazioni per auto storiche sono forfettari e generalmente hanno prezzi molto contenuti, con l’applicazione di ulteriori sconti per quanti assicurano, ad esempio, un parco auto o più di un veicolo. Anche per le auto storiche, quindi, è necessario stipulare assicurazioni RC obbligatorie, ma a prezzi nettamente inferiori rispetto alle polizze proposte per modelli nuovi. Inoltre le auto storiche sono esenti da bollo.
Per poter richiedere un’assicurazione per auto storiche il veicolo deve rispettare una serie di requisiti molto precisi: l’auto deve essere registrata nel Registro ASI, Automoto club storico Italiano e deve avere un’età certificata di almeno 20 anni dalla data di costruzione.
L’iscrizione all’ASI è legata all’adesione ad uno degli auto club associati presenti nelle varie città d’Italia: una volta iscritti ad un club di auto storiche, si invia la domanda all’ASI con in allegato foto del veicolo e copia di tutta la documentazione dell’auto che si intende inserire nel registro.
Dopo un’attenta valutazione, nel caso in cui l’ASI accetti la richiesta ed invii la relativa certificazione, è possibile contattare la propria compagnia di assicurazione e richiedere una polizza per auto storiche. Le principali società offrono formule forfettarie ed in genere la copertura ‘guida libera’ è già inclusa nel costo annuale del premio. E’ possibile richiedere, inoltre, coperture accessorie per manifestazioni o soluzioni per un parco auto: in questi casi ogni variazione delle condizioni comporta un’oscillazione del premio.
Le assicurazioni per auto storiche non prevedono il sistema bonus malus: il costo annuale del premio può variare a seconda della compagnia selezionata ed in alcuni casi può accadere che la compagnia ritenga sufficiente la presentazione dell’iscrizione all’auto club per accedere ad una polizza agevolata.
Se ti è piaciuto l'articolo, condividi!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...