Fiat Panda e 500: diesel addio

Fiat Panda

Che siamo dinnanzi ad una svolta nel mondo dell'auto è ormai chiaro anche ai meno esperti in materia: sempre più ibrido, sempre meno termico, sempre più vicini all'elettrificazione di massa. Questo cambiamento lo si può notare anche nei cambi di listino di 2 fra i modelli più venduti sul mercato italiano: Panda e 500. Entrambe infatti perderanno molto presto la loro versioni diesel.

Anche se manca ancora l'ufficialità da parte di FCA, stando ad alcune fonti interne all'azienda contattate da "Automotive News Europe", il gruppo italo-americano metterà la parola fine sulla realizzazione e sulla vendita delle versioni diesel di Panda e 500 una volta terminate quelle attualmente in stock. Il perché è presto detto: solo 14% della Panda ed il 4% delle 500 vendute in Europa ad agosto avevano una motorizzazione a gasolio.

Un altro motivo che gioca a favore della messa al bando del 1.3 Multijet (a suo tempo adottato anche Opel e Suzuki) è anche la nuova normativa mondiale sulle emissioni WLTP: il piccolo motore diesel non sarebbe in grado di soddisfarne i requisiti. 

Al posto del più inquinante diesel, nel 2020 arriverà una nuova versione elettrica della 500, mentre la gamma Panda rimarrà concentrata sulle piccole motorizzazioni a benzina, alle quali (ma il tutto è ancora in forse) si potrebbe aggiungere una versione ibrida.

Commenti