Marchionne: ultime notizie su Alfa Romeo e Jeep


Parlando con i giornalisti al Salone dell'auto di Detroit attualmente in corso, Sergio Marchionne ha svelato che rientra nei piani di Jeep commercializzare nei prossimi anni una nuova Suv di grandi dimensioni, che possa offrire fino a sette posti all'interno dell'abitacolo e che sarà la degna erede della Wagoneer, Jeep di grande successo venduta fino all'inizio degli anni '80.
Lo stesso manager italo-canadese ha poi aggiunto che la nuova fuoristrada americana non la si vedrà "prima di Gennaio 2013".
Come era intuibile, i giornalisti presenti hanno chiesto se la prossima Wagoneer sia la sostituta della Commander, grande suv della casa americana a sette posti che i vertici di Chrysler hanno deciso di "uccidere" lo scorso anno. La risposta di Marchionne è stata molto onesta: "Quell'auto non era di certo idonea ad un normale consumo quotidiano ed umano. Qualcuna ne abbiamo venduta, ma non so ancora oggi perché alcune persone l'abbiano comprata".


Passando ad Alfa Romeo, la notizia di oggi dopo il susseguirsi di voci che vedevano il marchio del biscione sempre più vicino alla galassia Volkswagen, è che
la Fiat non cederà l'Alfa Romeo a qualsiasi altro costruttore di auto nemmeno per "tonnellate di soldi", almeno stando a quanto dichiarato dal presidente John Elkann al Salone di Detroit.
Il nipote dell'Avvocato ha poi aggiunto che Fiat ha grandi progetti per Alfa, a partire dal lancio commerciale negli Stati Uniti a partire dai primi mesi del 2012.
Sulla questione è intervenuto anche Marchionne, il quale ha dichiarato che il primo modello a far tornare il marchio del biscione aldilà dell'oceano sarà probabilmente una berlina, erede della 159, che si chiamerà Giulia.
Ad ogni modo, l'impianto dove verrà costruita la nuova berlina di Arese è tutt'ora sconosciuto, in quanto tutto dipende dall'esito del referendum che si terrà a Mirafiori nella giornata di domani.

Commenti