Il limite di potenza per i neo-patentati è legge


Da circa tre anni e mezzo si discute in merito all'introduzione del limite di potenza dei veicoli destinati ai neopatentati. Inizialmente, tutti i neopatentati che si dovevano mettere al volante per la prima volta dovevano tener conto del rapporto kilowatt/peso della loro vettura, rapporto che ricevette numerose e giuste critiche da diverse parti, in quanto di fatto permetteva anche ai più giovani di guidare auto di grosse dimensioni (come una Porsche Cayenne) ma non delle comuni city-car (come una Fiat 500).
Ora, invece, tutti coloro che conseguiranno la patente dopo il 9 Febbraio 2011 potranno guidare, per un anno dal rilascio della stessa, solamente vetture con una potenza di al massimo 55 Kw/tonnellata e con una potenza complessiva mai superiore ai 70 Kw.
In più, per tutti i veicoli adibiti al trasporto di disabili, il limite previsto non sarà applicato solo se la persona disabile è presente a bordo dell'auto.
Per scegliere una nuova vettura, ma anche per capire se siamo legittimati a guidare quella già in nostro possesso, bisognerà guardare la tara, vale a dire la massa della vettura in ordine di marcia, chiaramente indicata sul libretto di ogni auto (sotto la voce di massa a vuoto), a cui però bisognerà aggiungere i 75 Kg del guidatore, il cui peso è assegnato per convenzione.
Se ti è piaciuto l'articolo, condividi!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...