Mini Canyon: ecco come potrebbe essere


Molto probabilmente, Mini ha deciso di lanciare sul mercato entro al 2012 la nuova Canyon, variante a 3 porte della più grande Countryman che sarà disponibile anche nelle versioni ALL4 a trazione integrale, che gli permetterà di competere direttamente con la nuvoa Range Rover Evoque.
Con ogni probabilità, l'aspetto della futura Mini Canyon dovrebbe avvicinarsi maggiormente a quello della Mini a tre porte, di fatto identificandosi così come la semplice versione rialzata della prima Mini dell'epoca moderna. Inoltre, il tetto ed il lunotto posteriore dovrebbero adottare una forma spiovente allo scopo di conferire alla vettura un aspetto più sportivo.
La configurazione dell'abitacolo dovrebbe rimanere la semplice 2+2, mentre la piattaforma sarà la stesse che oggi equipaggia la Countryman.
Sotto il profilo delle motorizzazioni, la Canyon adotterà tutti i motori attualmente disponibili per la Countryman, compresi i potenti 1.6 a benzina da 211 cv della versione JCW ed il 2.0 turbodiesel da 204 cv di origine Bmw.
La produzione della Mini Canyon sarà avviata della impianto austriaco di Graz di proprietà della Magna Steyr, dove, tra breve, partirà la produzione della Countryman.
Infine, la nuova Mini Canyon dovrebbe costituire un'ottima base per l'ingresso del marchio anglo-tedesco nel campionato del mondo rally WRC (ingresso di cui si parla da tanto, qui nel dettaglio) supportati dagli inglesi di Prodrive, che tanto hanno vinto con la Subaru

Commenti